Il matrimonio di Elena e Michele

La Rosa di lui

Ho incontrato Elena una mattina abbastanza sdegnata delle soluzioni e dalle idee un po’ banali che le erano state proposte nella ricerca del tema per il suo matrimonio.

Appena l’ho incontrata, come del resto è successo anche con tutte le altre spose che mi hanno scelto, è nata una complicità che mi ha permesso di studiare il suo matrimonio proprio come lo voleva.

Il matrimonio la rosa di lui colore di Elena è stato il lilla e bianco tanto che la mia proposta è stata semplicemente la rosa lilla Ocean Song e la rosa bianca Akito, due fiori molto semplici come del resto il suo matrimonio semplice, essenziale,ma che aveva tanto da raccontare.

l matrimonio era basato soprattutto con elaborazioni di organza lilla, fiocconi semplici che erano stati applicati in ogni panca e ogni fiocco ospitava una rosa lilla Ocean song e una rosa che poi è la protagonista del titolo di questo matrimonio, di carta ………la rosa di lui. 

Quella rosa che è stata la protagonista dell’amore di Elena e Michele,quella che lui ogni volta di una fine di una cena creava con il tovagliolo di carta e la regalava ad Elena e di cui Elena ne ha fatto sempre tesoro come se fosse la rosa più preziosa del mondo.

Sull’altare abbiamo adagiato un semplice festone di rose lilla e bianche e lo abbiamo impreziosito con organza candele e sul pavimento dove ricadeva l’organza ,abbiamo appoggiato le rose di lui.

La rosa di lui è un matrimonio essenziale, semplice, ma per i nostri sposi era veramente significativo e importante.

Il bouquet della sposa era composto con un tema molto semplice ma particolare, con un gruppo di rose lilla al centro e circondato da rose bianche rifinito con perline e berglass.

Per il ricevimento del matrimonio la rosa di lui abbiamo utilizzato dei centrotavola molto particolari e anche qui Elena e Michele sono stati i protagonisti, anche perché hanno voluto fare la loro parte per la costruzione di questi, io ho solo dato vita alle loro creazioni.

Gli sposi quando sono venuti nel mio ufficio per la consulenza del loro evento hanno tirato fuori da una scatolina un simpatico barattolo di fagioli che in realtà era stato impreziosito da uno spago che gli sposi con la loro pazienza avevano avvolto allo stesso, creando un vasetto stile country rifinito con dei fiocchetti lilla.

Con questi volevano fare il loro centro tavola ed era molto bello perché era una cosa fatta con le loro mani, insieme, passando così le loro sere a foderare barattoli e ad incollare piccole trine ai tappi di bottiglie di spumante che abbiamo utilizzato come segna posto.

Per quel barattolo abbiamo pensato di posizionare tre delle “rose di lui” accompagnate da una nuvola di gypsophila e un leggero cuore di alluminio lilla per dare un po’ di luce.

Dopo li abbiamo adagiati su uno strato di prato vero per dare l’idea della natura, dato che ogni centro tavola portava il nome di un piccolo animale come riferimento del tableau.

La Rosa di Lui
Nella Chiesa del San Francesco a Grosseto

Il matrimonio “La rosa di lui” nel complesso è stato un matrimonio molto originale e anche se semplice ha trasmesso davvero tanto a me, agli sposi, e anche alle persone che erano presenti all’evento. 

Chi conosce Elena e Michele “La Rosa di lui” conosce anche il loro modo di essere. 

Quello che loro sono realmente e di sicuro hanno apprezzato tutte le fatiche che loro hanno impiegato per creare tutti quegli oggetti, tutte quelle stupende roselline di carta alle quali io, ho dato solo un po’ di vita ma che in realtà erano le loro, esattamente come quel giorno…. solo ed esclusivamente suo.

Arte per tutti gli eventi

Grazie ragazzi è stato divertente e bellissimo lavorare per voi!